4. Prendere con la mano una pallottola sparata!

Durante la prima guerra mondiale, secondo notizie di stampa, ad un aviatore francese accadde un fatto straordinario. Mentre volava a due chilometri di altezza, questo aviatore si accorse che vicino al suo viso si muoveva qualcosa di piccolo. Pens˛ che fosse qualche insetto, e, con un rapido movimento della mano, lo prese. Quale fu la sua sorpresa quando vide che quello che aveva appena catturato era... una pallottola di fucile tedesco!  In veritÓ questo ricorda i racconti del leggendario barone di MŘnchhausen che assicurava anche lui di avere preso un proiettile di cannone con le mani? Tuttavia questa notizia del pilota che prende la pallottola, non ha niente di impossibile.
Le pallottole non si muovono per tutto il tempo con la velocitÓ iniziale di 800-900 metri al secondo ma, a causa della resistenza dell'aria, rallentano sempre pi¨ ed alla fine della loro traiettoria, prima di incominciare a cadere, hanno una velocitÓ di soli 40 metri al secondo. Questa era una velocitÓ possibile per gli aeroplani di allora. Perci˛ la pallottola e l'aeroplano potevano volare, in un dato momento, alla stessa velocitÓ e, in queste condizioni, la pallottola sarebbe risultata immobile o quasi immobile rispetto al pilota. Quindi egli avrebbe potuto prenderla facilmente con la mano, soprattutto con guanto (perchÚ le pallottole si riscaldano molto a contatto con l'aria).

HomePage.jpg - 10129 Bytes
ritorna all'indice